LE TROMBE DI GERICO (LA MUSICA E’ FINITA) By Mario Zaccherini

Domenica notte, mentre abbracciavo Claudio Frati, per un attimo ho pensato da dove era partita la simpatia politica (ed anche umana), ovvero a quel 22 ottobre 2011 data di inizio della “rivolta per il 118 di Imola Medicina”. Tra i tanti momenti, uno in particolare: ricordo un simpatico signore prendermi sotto braccio e sussurrarmi “di [...]

A CHE ORA E’ LA FINE DEL MONDO? By MARIO ZACCHERINI

Sono proprio sfortunato, dopo aver avuto la sventura di incontrare sulla mia strada Laghi, Chiaiese, Brienza ed altre “figure minori” ed avere aspettato cinque lunghissimi anni per potere togliere le loro mani dalla “cosa pubblica”, cosa scopro? Oh mamma, scopro che il “giorno dei giorni”, ovvero il 24 giugno (ballottaggio), sarà il giorno della fine [...]

AL VOTO, AL VOTO By MARIO ZACCHERINI

Ci siamo!!!!!! E’ partita ufficialmente la campagna elettorale per le comunali del 2018. I candidati Sindaci sono definiti e, assieme a loro, le prime “avanguardie” comunicative sono lanciatissime nella difesa del sistema e nella deligittimizzazione degli oppositori. In queste ore vengono “lanciate” infamanti falsità sulle persone più visibili delle varie opposizioni. Gli articoli pubblicati sul Sabato [...]

FRATI MI AVRAI By MARIO ZACCHERINI

Mai come quest’anno risulta difficile e complicato scegliere l’indirizzo di voto, ma finalmente ho trovato la quadra. Nel mio piccolo ho utilizzato un modello ad imbuto, più o meno come la “Champions League”, che, dopo gironi ed eliminazioni dirette, porta ad un unico vincitore premettendo che, almeno a mio parere, tutti i voti sono utili, [...]

GRASSO CHE COLA By MARIO ZACCHERINI

Dopo anni di non chiarezze, malinconie e mancanza di prospettive sembra, lo scrivo con grande cautela, che Babbo Natale voglia portare un grande regalo agli italiani. Quando parlo di grande regalo non esagero, intendo “cose” che nemmeno su “Amazon” si trovano, intendo un prodotto “vintage” che si chiama “Unità delle Sinistre”, declinato, nel pacco 2017, [...]

15.000 PERSONE ASSALTANO, IN SILENZIO, L’AUTODROMO DI IMOLA By MARIO ZACCHERINI

Finalmente l’Autodromo di Imola ha rappresentato, per qualche giorno, la stella polare del futuro ecosostenibile sulla mobilità. Dopo anni passati a sollecitare la proprietà pubblica, ad un uso razionale, e socialmente utile, degli spazi e rumori finalmente, almeno per qualche giorno, gli spazi vuoti ed i rumori poderosi che invadono la città,  sono stati sostituiti [...]